Il paziente inglese

Ho cominciato ad imparare l’italiano nel 1999, qualche mese dopo aver incontrato Paola. In totale ho seguito quattro corsi diversi – uno a Londra, due a Dublino, dove abitavamo nel 2000, ed uno a bruxelles. Nel 2001 ho passato 9 mesi a Genova, ma li non ho studiato. Communque mi sembra che era in quel periodo li che ho imparato di piu.
Pero avevo sempre paura (oppure, ero timido).Quando uscivamo con degli amici per prendere un aperitivo e chiaccherare un po’, ero sempre molto silensiozo. Volevo sempre dire “Vi giuro che in inglese sono molto piu interessante e spiritoso”. Ora va meglio, e non mi sento a disagio parlare in italiano. Communque mi sembra a volte che quando parlo un’altra lingua, sia italiano che francese, non mi esprimo completamente; non riesco a dire esattamente, profondamente quello che sento, quello che penso. Ovviamente dipende che cosa sto dicendo – certamente riesco ad esprimere la mia dvoglia di mangiare una pizza, o trovare un gabinetto. Ma se dovessi, per esempio, scrivere questo blog, parlando delle stesse cose in italiano, non credo che ce la farei
Meno male che la maggior parte dei miei amici italiani capiscono l’inglese. Viva la globalizzazione!